Intervista ad Alex Kenji

05 Ago Intervista ad Alex Kenji

Siamo qui con Alex Kenji ormai amico del Samsara, visto che non è la prima volta che è qui con noi, come va? Com’è tornare in puglia e in particolare a Gallipoli?

– È sempre un’esperienza molto bella e solare, questo posto è speciale.

Hai trovato qualcosa di diverso nel pubblico? Cioè la musica in generale cambia velocemente, è tutta una serie di meccanismi che riguardano i social, che riguarda la diffusione stessa della musica. Hai notato un cambiamento di gusti rispetto allo scorso anno? È successo qualcosa in pista o siamo in linea con quello che era lo scorso anno al Samsara Beach?

– Secondo me la scena a livello musicale è cambiata, la vedo impostata ancora più per un beach party.

Si sa che la musica cambia velocemente, i gusti musicali del pubblico cambiano, ci sono tante novità in giro, spesso per un dj è davvero importante essere al passo coi tempi, tu che ti occupi di produzioni internazionali cosa vedi di cambiato nella scena dei party e dei beach party?

– Personalmente penso che la musica della scena dei beach party stia cambiando perchè ci sono tantissime influenze che vengono anche dal mondo reggaeton, tribale latino e quest’anno la vedo più improntata in dj set ”colorati” quindi ripeto tribale latino in confronto agli anni passati ma è tutto relativo perchè come ben sappiamo le mode musicali arrivano e dopo poche settimane cambiano la scena.

Abbiamo visto il passato, adesso pensiamo al futuro, l’abilità del dj è un pò questa, nel futuro della musica, nel prossimo anno cosa ci sarà? C’è anche chi ipotizza un arrivo prepotente nella musica di ritmi tribali e africani che prenderanno il sopravvento nella scena anche pop. Secondo te arriverà questo tipo di mix tra le cultura occidentale e quella africana anche nella musica popolare?

– Sicuramente qualcosa cambierà e il modo in cui verrà percepita la musica sarà diverso. Sono molto a favore dei cambiamenti musicali specialmente se sono ben fatti, ad esempio benvenga la musica africana mixata purchè si rimanga nell’ambiente, io sono un produttore house a me piace sentire cose diverse unirsi tra di loro, poi chiaramente bisogna vedere in che modo avverrà, io sono abbastanza positivo credo che sarà un bene.

Se dovessi definire il beach party del samsara come lo definiresti in tre aggettivi?

– Coloratissimo, sudato e con tanta vitalità.

Max Baccano

  •  
  •  
  •  
  •  
No Comments

Sorry, the comment form is closed at this time.